Yoga in gravidanza: i consigli per praticarlo anche al mare

Anche in spiaggia le mamme in dolce attesa possono praticare Yoga per recuperare energie e sentirsi in forma. Ecco allora che lo Yoga in gravidanza al mare diventa una buona e sana abitudine. Lo spiega Gioia Boccadoro, insegnante di Yoga e neo-mamma che seguito step by step la guida essenziale Gravidanza Benessere Yoga di Tara Lee e Mary Attwood, Trevisini editore: «Lo yoga in gravidanza è consigliatissimo per le future mamme, soprattutto d’estate: tempo di sole, mare, relax… Cosa c’è di meglio che concedersi una bella pratica in riva al mare?».

Ecco i consigli per praticare Yoga in gravidanza al mare.

  1. Scegliere il momento giusto

I momenti consigliati sono il mattino presto per risvegliare l’organismo e verso l’ora del tramonto, momento ideale per rilassare la mente. In questi due momenti della giornata inoltre la temperatura non è troppo elevata e le spiagge sono meno affollate.

  1. Ascoltare il proprio corpo

Essenziale è mantenere un rilassamento costante senza forzare mai una posizione.

  1. Queste le posizioni consigliate da Goia Boccadoro:

– La posizione del Loto (Padmasana) respirando ad occhi chiusi molto lentamente e profondamente, con le mani appoggiate sul grembo, permette di entrare in contatto con il vostro bambino

– La posizione del Guerriero II (Virabhadrasana II) rafforza le gambe, rinvigorisce il torace e prepara ad un parto attivo e naturale

– La posizione del Ciabattino (Baddha Konasana) allena tutta la zona pelvica, il bacino si distende e ed acquisisce più elasticità in previsione del parto

– La posizione del Gatto (Marjariasana) rilassa enormemente tutta la schiena e rilascia tutte le tensioni muscolari

Tutte queste posizioni vanno eseguite inspirando dal naso ed espirando dalla bocca in modo da rilasciare ansia, tensioni e stress, vi sentirete subito più positive e rilassate.

  1. Usare tappetino e abiti comodi in fibra naturale

Il tappetino garantisce una presa salda, a differenza della sabbia, e fornisce una superficie pulita e confortevole sui cui sedersi, favorendo il rilassamento in Savasana (posizione di rilassamento totale).

  1. Protezione solare indispensabile

La protezione deve essere sempre molto alta, soprattutto in gravidanza quando la pelle diventa più sensibile. Non dimenticare di idratarvi molto bene.

  1. Il mare potenzia gli effetti benefici dello Yoga

Praticare lo Yoga in mezzo alla natura permette di entrare in profondo contatto con l’ambiente circostante e fare il pieno di energia.

  1. Yoga: ancor meglio se in compagnia

Racconta Gioia Boccadoro: «Mi trovavo in Toscana lo scorso agosto, e all’ora del tramonto accompagnata dal mio compagno approfittavamo dei momenti di calma in spiaggia, oppure del prato davanti a casa la mattina presto per praticare la sequenza di cui parlavo prima.
 Lui, che pratica arti marziali, ha iniziato per tenermi compagnia (è un sant’uomo!) ma poi ci ha preso gusto… era il primo a proporre la pratica! Cercare di praticare in compagnia, con il vostro partner oppure con un’amica, è comunque una buona idea».

Rispondi