Babywearing per neonati: qualche consiglio utile

Il babywearing, l’abitudine di “portare i bambini” attraverso supporti ergonomici piace sempre più alle mamme.

Mei-tai e fasce porta bebè di diverse fattezze e materiali provengono da tradizioni lontane, come quelle africane e asiatiche e offrono molti vantaggi sia di natura pratica sia per l’alto contatto che permettono tra genitore e figlio.

Se siete in dolce attesa o se siete neomamme e il mondo del babywearing vi affascina, avrete bisogno di qualche consiglio per iniziarvi a questa meravigliosa “pratica”, senza fare acquisti avventati e sprecare denaro.

Babywearing per neonati: cosa bisogna sapere

1 – Aspettate il momento giusto. Non è necessario acquistare una fascia prima del parto. Quando avrete in braccio il vostro piccolo vi sarà tutto più chiaro su quello che è bene per lui e per voi.

2– Prima di acquistare un supporto, potreste recarvi in una fascioteca, dove troverete diversi tipi di fasce, potrete provarle, prenderle in prestito e ricevere utili consigli. Nelle grandi città è facile trovare delle fascioteche e ce ne sono anche di itineranti!

3 – Non fatevi influenzare. Il babywearing per quanto sempre più diffuso, non è certamente ancora di uso comune. Se siete convinte di volerci provare, non fatevi scoraggiare da mamme, nonne e zie a cui portare i bambini potrebbe sembrare strano.

4 – Parola d’ordine: ergonomico. Chi è pratico di babywearing lo dà praticamente per scontato, ma le neomamme non avvezze all’argomento potrebbero farsi trarre in inganno e optare per supporti che non rispettano la giusta posizione del neonato, ancora più importante nei primi mesi di vita. Considerate dunque solo supporti ergonomici.

5 – Non abbiate fretta. Ci sono molti supporti tra cui scegliere per portare i bambini, ma alcuni non sono adatti ai bebè di meno di tre mesi. Probabilmente il supporto migliore in questi casi è una fascia elastica, che permette di adattarsi completamente alla posizione “naturale” del bebè. Alcuni marsupi hanno supporti specifici per i bebè inferiori ai tre mesi, ma qualche esperto consiglia comunque di aspettare.

Rispondi